:

Indietro

Introduzione

Nel verde di Pergine


La crescita complessiva della popolazione, quasi 21.000 abitanti, ha reso ancora più importanti gli interventi di realizzazione di zone destinate al tempo libero; un parco, oltre alla sua valenza specifica, riveste un’assoluta importanza come centro di socializzazione e di riferimento per una comunità. Il Comune ha quindi concentrato la massima attenzione e conseguente impiego di risorse finanziarie per la realizzazione e la manutenzione di queste strutture che incontrano un sempre maggior gradimento in termini di utilizzo da parte della gente.

Di tutti i giochi presenti nel territorio è stato redatto un censimento per verificarne la sicurezza e, se non rispondenti, sono stati sostituiti a
garanzia di una migliore tutela dei bambini e ragazzi che numerosi frequentano i parchi.
In diverse aree sono stati realizzati anche campi sportivi per il calcio e la pallavolo, da poter utilizzare liberamente; qualche volta si è rinunciato alla eccessiva strutturazione delle aree con vialetti, murature, asfaltature che, se risultano belle, non sempre sono funzionali ai maggiori frequentatori e quindi ai bambini. Particolare attenzione è stata prestata nella cura e tutela delle specie arboree; non meno importante è stata la costante manutenzione delle piccole aree, delle aiuole che garantiscono un arredo urbano sul quale puntare. Tante volte queste piccole attenzioni sono i più bei biglietti da visita per il turista oltre che per il residente. È stato possibile raggiungere questo importante traguardo grazie all’impegno di tutti: dai tecnici, ai giardinieri comunali, alle Cooperative incaricate della manutenzione.

In questi quattro anni il verde pubblico è aumentato da 47.500 mq a 80.000 mq, si è acquisita dalla Provincia l’area del parco dell’ex Ospedale Psichiatrico per altri 109.000 mq per un totale di 189.000 mq a cui occorre aggiungere l’area del parco collinare del Castello; è stato potenziato e sistemato il verde nelle aree scolastiche che ha raggiunto la superficie di 24.000 mq ed istituito il biotopo provinciale Pizè dell’estensione di 140.000 mq. Intanto è iniziato l’iter per la realizzazione di un grande parco in loc. Giarete, in una zona ricca di edifici tra Via Prati e Via Petrarca, così come per la riqualificazione del parco dell’ex Ospedale Psichiatrico.
Si è così sentita la necessità di avere una guida ai parchi e aree gioco del territorio di Pergine che potesse essere strumento di conoscenza del nostro territorio sia per i perginesi che per i turisti; la guida propone anche una scheda sui numerosi biotopi esistenti, importanti luoghi naturalistici, e dei percorsi ciclabili. Non sono state inserite le descrizioni delle numerose passeggiate così come le indicazioni sulle aree verdi presenti nelle scuole che pure sono state oggetto di completi rifacimenti e sistemazioni come il giardino dell’asilo nido di Via Montessori, del nuovo asilo di Via Dolomiti, dei piazzali delle scuole elementari di Canezza, delle “Rodari” e della Scuola media “Andreatta”.
Questa pubblicazione testimonia quindi la volontà di rendere Pergine più bella e vivibile e così pure le frazioni: un Comune dove si possa vivere in un ambiente accogliente e fruibile da parte di tutti i cittadini, di ogni età.