:

Indietro

Biotopo Pizè (o Pizedi)

Pizè


Nel 2003 la Giunta Provinciale, con il parere dei Comuni interessati, ha istituito un nuovo biotopo di interesse provinciale: è il Pizè (o Pizedi) di circa 14 ettari.
Il suo territorio si configura come un prezioso esempio di ambiente umido di fondovalle, con una stazione che ospita numerose specie vegetali e animali. Si tutela così un’area importante per il regime e la qualità delle acque, in forza delle numerose sorgenti che la caratterizzano e che danno vita al principale affluente del Lago di Levico. Consente inoltre di conservare un lembo dell’originario paesaggio della Valsugana, antecedente alla sua quasi totale bonifica.
Il biotopo Pizè è situato nel bacino idrografico del fiume Brenta, alla testata del Lago di Levico, nel corridoio un tempo probabilmente occupato dal Torrente Fersina o da un suo ramo che scendeva verso il bacino di Levico.
Si tratta di un esempio ormai raro di zona umida di fondovalle, essendo questa particolare tipologia ambientale stata distrutta quasi ovunque dalle bonifiche. Esso è costituito prevalentemente da formazioni di ontani. A poca distanza dal biotopo si trova il lembo più settentrionale del Lago di Levico la cui sponda è caratterizzata dalla presenza di interessante vegetazione acquatica.