:

Indietro

Palazzo Tomelin

Pergine


L’impianto originario (ala verso via Pennella) risale alla fine del Seicento. Successivamente sono state aggiunte le due ali laterali e la chiusura verso sud che presenta una loggia con colonnine rotonde al secondo piano e a sezione quadrata al primo. Il palazzo, dal 25 luglio al 10 agosto 1866, durante la breve occupazione delle truppe italiane nel corso della terza guerra d’indipendenza, fu sede del quartier generale di Giacomo Medici che guidò la spedizione italiana.
Il palazzo prende il nome dalla famiglia che lo acquistò nel 1934. L’ultimo restauro conservativo (1995) è stato fatto dalla Cassa Rurale di Pergine, attuale proprietario, che ne ha fatto la propria sede.