:

Indietro

Giro Passo Cimirlo

Da Roncogno al Passo del Cimirlo


Percorso facile e divertente.
Molto vasto il panorama che si gode dalla cima del Monte Celva di Sotto, dove è stata posta una croce.
Interessanti i resti delle fortificazioni della Prima guerra mondiale (trincee, camminamenti, gallerie).

Scheda tecnica del percorso
Partenza: Roncogno (491,8 metri sul livello del mare)
Lunghezza: 6,750 chilometri
Dislivello complessivo: 404 metri
Percorribilità: a piedi, in mountain-bike, a cavallo (esclusa la cima)
Tempo necessario: a piedi 3 ore circa

Luoghi di interesse

Ex Forte - Passo del Cimirlo
Il Forte del Passo del Cimirlo, al pari di altri della zona, fu costruito circa nel 1880; si trattava di una casamatta armata con cannoni e altre bocche da fuoco. La costuzione fa parte del vasto sistema difensivo voluto dall'Impero Austroungarico a difesa di Trento e delle zone vicine da un eventuale attacco dalla Valsugana.

Fortificazioni - Monte Celva
Il Monte Celva è assai interessante in quanto è completamente attraversato da opere militari austroungariche, che vennero costruite negli anni immediatamente precedenti la Prima Guerra Mondiale.
Assieme alle fortificazioni sul Monte Calisio, l'opera doveva essere baluardo inespugnabile per la difesa esterna di Trento verso la Valsugana e faceva parte di un munito complesso di strade, trincee, camminamenti e forti che percorrevano tutte le creste montuose e collinari attorno all'attuale capoluogo provinciale e che sono visibili, in parte, anche oggi.

Roncogno
Il paese sorge su un terrazzo morenico lungo l’antica strada di collegamento tra Trento e Pergine, attraverso il Passo del Cimirlo.
La chiesa parrocchiale di Sant’Anna si trova all’inizio del paese; è ricordata dal XVI secolo, ma la sua configurazione attuale è del 1901.