:

Indietro

Sesso, genere e cervello (tutti diversi, tutti uguali) (orto Fontanari in piazza Garibaldi con ritrovo nel foyer del Teatro comunale)

20.06.2021 21:00 - 20.06.2021 22:00

Augmented Lecture di e con Yuri Bozzi e Clara Setti Yuri Bozzi (CIMeC - Centro Interdipartimentale Mente/Cervello) e Clara Setti Vi invitano domenica 20 giugno (ore 21) all'orto Fontanari in piazza Garibaldi (in caso di pioggia si terrà al Teatro comunale di Pergine) con ritrovo nel foyer del Teatro comunale per la loro Augmented Lecture "Sesso, genere e cervello (tutti diversi, tutti uguali)". Il cervello delle donne è diverso da quello degli uomini? Esistono differenze di genere nella struttura e nella funzione del cervello? A queste e ad altre domande cercheremo di rispondere presentando i risultati delle più recenti ricerche nel campo delle neuroscienze. Parleremo del ruolo degli ormoni sessuali nello sviluppo del cervello, prima e dopo la nascita. Cercheremo di capire se ci sono differenze innate e/o acquisite nella struttura e nella funzione del cervello tra individui di diverso sesso e genere. Infine, affronteremo il problema di come interpretare queste differenze, e di quale significato sociale attribuire loro. L'appuntamento rientra nell'ambito del festival teatrale "Apertis Hortis " che per l'occasione ospita alcuni eventi del Teatro della Meraviglia , festival di teatro e scienza frutto della stretta collaborazione tra la Compagnia Arditodesio e il suo progetto Jet Propulsion Theatre, il Teatro Portland, il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Trento e l’Opera Universitaria. Biglietto (acquistabile anche presso la biglietteria del teatro comunale e prenotabile a biglietteria@teatrodipergine.it): intero 12 euro, ridotto 10 euro, Amici dei teatri 8 euro. La biglietteria è aperta per prenotazioni e prevendite nei seguenti giorni: dal martedì al venerdì dalle 17 alle 20 e il sabato dalle 10 alle 12 e a partire da un’ora prima l’inizio dell'evento.Vi preghiamo di accedere allo spettacolo con mascherina chirurgica